Toscana - Lazio 64-47

13 - 21 , 31-27, 54-42, 64-47

Primo quarto duro, spigoloso. Le due squadre si studiano consapevoli dell'importanza della partita per garantirsi l'accesso alla finalissima. Il mattatore di questo primo quarto è decisamente Saladini, il play della Toscana, infatti fa ciò che vuole e dispensa assistenze e furti come un giocatore più navigato della sua età! Alla fine però è il Lazio a portarsi sul + 8, merito di un gioco corale e di una bomba da casa sua del n. 7, Pallin. Nel secondo quarto parte veloce la rimonta dei toscani che riescono a limitare gli ospiti a 6 punti, e a presentarsi alla seconda parte di partita con un vantaggio di 4 lunghezze. Il secondo tempo vede l'affermazione della Toscana guidata dal suo numero 7, Saldini. Aumentano gli errori e diventano decisive le giocate a rimbalzo di Tintori e Susini che garantiscono secondi tiro ai "padroni di casa" che si presentano alla penultima sirena con una decina di punti di vantaggio.  Nell'ultimo quarto i laziali non riescono a trovare punti nel pitturato e i tanti errori dalla media distanza non permettono ai laziali di recuperare. La Toscana può gestire quindi gli  ultimi minuti di una partita maschia ma che ha visto delle giocate molto interessanti.