Veneto 67 vs Emilia Romagna 73


Veneto: Basso 2, Cappellotto 2, Carta 4, Casarin 2, Giordano 27, Grani 3, Pepato, Poser 17, Saccon, Allegro 2, Valente 2, Zocca 6

Emilia Romagna: Barbieri 11, Creta 12, Galli 9, Grotti 3, Marangoni 5, Micheletto 4, Negroni 6, Poloni 6, Rossi 8, Salsini 4, Tognazzi, Zambianchi 5

Parziali 17-20; 33-37; 48-60

Scendono adesso in campo la selezione veneta e quella emiliana per la finale del 3 e 4 posto. Squadre subito combattive, che rispondono colpo a colpo. Nulla è lasciato al caso e l'attenzione è massima, con bombe da 3 fin dai primi minuti. I punti sul tabellone scorrono all'impazzata, il tempo non viene sprecato e il risultato sempre altalenante ma equilibrato. Il primo quarto si chiude quasi in parità, a significare l'alto livello di gioco di entrambe le squadre che non lasciano nulla di intentato. All'inizio del secondo quarto subito un parziale di 8 a 2 per gli emiliani, che costringono coach Zanatta all'immediato time out. Timeo out che si rivela efficace e che permette un parziale veneto di 6 a 0. La partita prosegue equilibrata, con distacco esiguo tra le due selezioni e costantemente invertito. Parità. Di punti, di gioco, di intensità. Degna di nota fino ad ora, la prestazione del veneto Giordano con 12 punti personali; si va all'intervallo lungo col vantaggio dell'Emilia di 4 punti. Nei primi minuti del terzo quarto, il punteggio resta invariato. L'Emilia alza la testa e, dopo una serie di imprecisioni sotto canestro, sblocca il tabellone. Anche in questo periodo i canestri sono equamente divisi, con la differenza tra le due squadre ancora esigua. La tensione si fa sentire senza distinzioni, soprattutto dalla linea di grazia. A 3 minuti dalla fine, la distanza tra le avversarie aumenta e si fa tangibile, a favore dell'Emilia che arriva a +10. Quarto quarto: veneti ed emiliani vogliono salire sul podio! L'ultimo periodo si apre con la supremazia dell'Emilia, che piazza subito un parziale di 5 a 0, costringendo il Veneto a rivedere i suoi schemi nel time out. Il vantaggio accumulato dall'Emilia nel primo tempo si mantiene pressochè invariato durante tutto l'ultimo quarto, portando così la squadra di coach Carretto alla conquista del terzo posto di questa Ludec Cup. Il Veneto esce sconfitto con onore, arginando all'ultimo il divario, trascinato da Giordano che arriva a quota 27 punti personali.