SABATO 27 DICEMBRE 2014
 
Al PALASUORE DI PORCARI si è svolto il clinic di aggiornamento e formanzione per gli allenatori.
 
I relatori di eccezione sono stati:
 
- COACH Andrea MAZZON (ALLENATORE CON ESPERIENZA PLURIENNALE DI SERIE A)
  "Sviluppo offensivo dal contropiede al gioco 1/2 campo utilizzando le 2 guardie"
e
- COACH Marco CRESPI(ALLENATORE CON ESPERIENZA PLURIENNALE DI SERIE A)
  "Ballscreen e non pick and roll: abuso o efficienza? "
 
Cliccando sui nomi è possibile vedere la registrazione fatta durante l'evento.
 
 

Toscana 57 vs Lombardia 68

Parziali 9 - 26, 35 - 39, 42 - 55

Toscana: Drocker 14, Pastore 1, Tersillo , Carapelli , Bagnoli 2, Cannone 9, Lorbis 5, Neri 14, Querci 10, Simonelli 2, Mancini, Carmignani.

Lombardia: Ariazzi 13, Buffo 14, Caruso 4, Cherubini 2, Doneda 9, Franco 11, Montanari , Morandi , Roncari , Seck 8, Somaschini 2, Vignoli 5.

Adrenalina a mille per la finalissima del LudecCup. In campo si affrontano la squadra di casa e l'armata Lombardia.
Primo quarto che vede volare i ragazzi di coach Cornaghi, meglio organizzati e più precisi sotto canestro. Alla fine il tabellone recita 26 a 9 per la Lombardia.
Secondo quarto che riparte con un sussulto di orgoglio della Toscana che, guidata dalla coppia Drocker - Neri, prova a riportarsi a contatto con la Lombardia. Si unisce alle scorribande in area lombarda il n. 9, Cannone, che con una tripla e due recuperi riporta a contatto i suoi. Finisce con un +4 Lombardia ma la partita è ancora tutta da decidere. Terzo quarto combattuto con il coltello tra i denti, i dieci ragazzi in campo danno vita ad una lotta senza quartiere senza esclusione di colpi, scalando marcia alla partita. Si conclude con la un +13 alla fine del terzo periodo.
Finale di gara che vede la Toscana finire la benzina, provando a sopperire con grinta. 
Alla fine vince la Lombardia di 11 lunghezza, con i toscani meritevoli di nota per averci creduto fino in fondo.

LAZIO  vs  LOMBARDIA

LAZIO: BEN SALEM 4, CIRNIGLIARO 0, DE LULLO 5, DE ROBERTIS 6, FARINA 2, IZZO 10, LENA 10, MASTROGIACOMO 3, OGRAJA 0, PAOLI 2, PASSERI 0, PATERNESI 0, RANOCCHIA 0, SEBASTIANELLI 0.

LOMBARDIA: ARIAZZI 6, BUFFO12 , CARUSO 3, CHERUBINI 0, DONEDA 10, FRANCO 6, MONTANARI 0, MORANDI 2 , RONCARI 2, SECK 3, SOMASCHINI 12, VIGNOLI 5.

Parziale: LAZIO 12  LOMBARDIA 18
Inizia subito in velocità il primo quarto tra due delle squadre più forti di questo torneo. Un susseguirsi di attacco e difesa da parte di entrambi senza però riuscire ad infilare molti palloni. La Lombardia trova per la prima volta un avversario capace di tenergli testa. Sulla parte finale del quarto la squadra di Cornaghi cerca l'allungo portandosi a 6 punti di vantaggio.

Parziale: LAZIO 20  LOMBARDIA 30
Entrambe le squadre continuano ad affondare con grinta in questo match che ha quasi le tinte di una finale in cui vediamo due squadre di pari livello affrontarsi senza esclusione di colpi. Il Lazio recupera, la Lombardia lo tiene a bada e allunga le distanze portandosi a 30 punti.

Parziale: LAZIO 37  LOMBARDIA 44
Non cala di tono la partita e le due squadre sono pronte ad offrirci ancora quello spettacolo che tutti volevamo vedere. Allenta la morsa la Lombardia ed il Lazio ne approfitta accorciando un po' le distanze.

Parziale: LAZIO 44  LOMBARDIA 64
Si gioca il tutto per tutto in quest'ultimo quarto dove troviamo un Lazio deciso a recuperare punti ed una Lombardia che non glielo permette. La distanza è minima ma la squadra di Gilardi soffre, non segna e la Lombardia allunga.
Alla fine la spunta ma solo lottando con i denti fino all'ultimo minuto.

UMBRIA VS LIGURIA

UMBRIA

ANASTASI 11, APRILE 10, GATTO 5, LANDRINI , LONGHI 5, MARINI 6, MENICOCCI 6,  PALAZZONI, PAUSELLI 16, PIGOZZI 5, PROSPERINI, STELLA.

LIGURIA

BENINCASA, BERTOLA , BINI 10, BIXIO, BRIGNOLO 23, CIRILLO 8, LAMCE, PESCE 19, RAVERA , TURCHINO 5, VALLE, ANDREANI.

PARZIALI 17-21/ 33-39/ 56-53/ 64-65


Entrambe le squadre sono alla ricerca della vittoria non ancora ottenuta in
questo torneo. Proprio per questo, la partita fin dall'inizio è molto combattuta. La
rappresentativa dell' Umbria punta molto sul tiro da lunga distanza mentre la
Liguria di più sul gioco di squadra raggiungendo il risultato di 17-21.
Nell'inizio del secondo quarto su entrambi i fronti si gioca molto in difesa
riuscendo a portare a termine pochi punti. Solo a metà il punteggio si sblocca e
si porta ad un meno 6 per l'Umbria.
Il terzo tempo continua con lo stessa linea da parte di entrambe le compagine.
Al settimo minuto si assiste all'infortunio del giocatore numero 6, Marini
Leonardo, dell'Umbria. Al quarto minuti si raggiunge la parità con punteggio di
47-47, l'Umbria ha più cuore e grinta e si porta sulla fine del tempo su 56 a 53.
Scontro sempre più infuocato: a 2 minuti dalla fine si raggiunge il risultato di 63-
64 per l'Umbriama con la Liguria in striscia.
La partita si conclude 65 a 64 per la Liguria che con una strepitosa azione,
studiata quasi a tavolino che si aggiudica la vittoria al foto finish. Bella prova di entrambe le selezioni, che dimostrano di non esser venute a far
numero a questo torneo.

 

 

La partita inizia in equilibrio, con le due squadre che si studiano ma non concludono molto. Nella seconda parte del periodo la Toscana, grazie ad un buon giro palla, riesce a piazzare un break chiudendo sul 19-11.

Il secondo quarto combattuto fin dall'inizio vede stabilizzare il vantaggio toscano sopra la doppia cifra. Brutto quarto per la compagine campana che spreca molto e chiude sotto 36-19, mettendo a referto solo 5 punti.

Il terzo periodo continua sulla falsariga dei primi due. La Campania riesce a ritrovare continuità sotto canestro ma non ad arginare gli attacchi dei padroni di casa. Periodo molto più equilibrato dei precedenti che si chiude sul 54-30.

L'ultimo quarto vede calare il ritmo della partita. La Toscana amministra il vantaggio e fa valere la propria fisicità sotto canestro. La partita finisce 69-41.

 Emilia vs Marche

 Emilia: Soviero 8, Ligabue 13, Rossi 6, Lofernini  5, Zanetti 16, Cavallari 6, Giorgi 2, Abrescia 9, Giannini 6, Porfilio 5, Bianchini 2
  
Marche: Ingenito 2, Cognigni 2, Diamantini 3, Giombini 1, Bargnesi 12, Mancinelli , Matviychuk 2, Montanari , Tizi , Cinti , Pensalfini 13, Solari 19, 
  
Parziali: 24 - 16, 38 - 31, 61 - 42
  
Seconda giornata e seconda partita per Emilia Romagna e Marche, ambedue perdenti nella prima giornata.
 L'Emilia si presenta al subito aggressiva, vogliosa di capovolgere un risultato inaspettato alla partenza, dal canto suo le Marche non fu sta a passare da agnello sacrificale e vuole vendere cara la pelle.
 Marche che partono subito forte, aggressivi su tutto il campo portandosi avanti fino ad un +6, Emilia che non esce dello spogliatoio. Si prosegue così fino alla metà del quarto, dove con un time out di Coach Nanni sveglia finalmente i suoi che con grinta ed aggressività recuperano e si portano avanti di 8, chiudendo il 1º tempo con 24 - 16.
 Secondo tempo a fasi alterne per l'Emilia, che continua a dimostrare un tasso tecnico superiore ma che alle volte si scorda di giocare come sa, le Marche ne approfittano e si portano ad un meno 3 che fa ben sperare. Tutta la panchina dell' Emilia si fa sentire e la squadra reagisce, almeno per qualche minuto, ma tanto basta per far si che si riapra il solco tra le squadre, il quarto si chiude a quota 38 Emilia 31 Marche.
 La partita non lascia molto margine di errore a nessuna delle due squadre, le squadre difendono forte, tanto che il primo canestro arriva solo dopo 3 minuti.
 È l'Emilia a crederci di più, buttando il cuore, la grinta e la cattiveria agonistica in campo. A 3:45 dalla fine si ha già un distacco di +15, trasformato in un +19 a fine del quarto.
 Quarto quarto sulla stessa lunghezza d'onda, Marche in apnea con la spia della riserva decisamente accesa, Emilia in scioltezza a gestire ed espandere il vantaggio in virtù della maggior energia ancora a disposizione. Alla fine il tabellone segna 78 a 54 per l'Emilia. 
 

LAZIO 83 - 46 UMBRIA

TABELLINI

LAZIO: BEN SALEM 8, CIRNIGLIARO 6, DE LULLO 6, DE ROBERTIS 0, FARINA 15, IZZO 5, LENA 7, MASTROGIACOMO 5, OGRAJA 2, PAOLI 6, PASSERI 0, PATERNESI 6, RANOCCHIA 7, SEBASTIANELLI 11.

UMBRIA: ANASTASI 2, APRILE 2, GATTO 7, LANDRINI 4, LONGHI 0, MARINI 8, MENICOCCI 9, PALAZZONI 2, PAUSELLI 6, PIGOZZI 4, PROSPERINI 2, STELLA 0.

Parziali: 14-10/31-18/56-36/83-46

Primo quarto della sfida abbastanza equilibrato tra le due squadre che sono subito partite a bomba portandosi su un punteggio di 14 a 10 per il Lazio. Il secondo quarto ha visto la supremazia della formazione laziale che ha preso di petto la partita ed è riuscito ad avere un vantaggio sulla rivale di 13 punti. L'Umbria prova a reagire come può per frenare la squadra avversaria ma il Lazio ci dimostra oggi di essere in gran forma e non molla dando una lun...ghezza alla squadra umbra di 56 a 36. L'ultimo quarto conferma l'andamento di tutta la partita che ha visti la squadra di coach Gilardi dominare il parquet anche sul piano fisico e vince nettamente 83 a 46.

LOMBARDIA-LIGURIA

LOMBARDIA

ARIAZZI 6, BUFFO 17, CARUSO 4, CHERUBINI 8, DONEDA 14, FRANCO 6, MONTANARI , MORANDI 8, RONCARI 4, SECK 7, SOMASCHINI 16, VIGNOLI 12.

 

LIGURIA

BENINCASA 1, BERTOLA,  BINI 8, BIXIO,  BRIGNOLO 12, CIRILLO 5, LAMCE, PESCE 12, RAVERA  6, TURCHINO 2, VALLE 2,  ANDREANI 6.

 

PARZIALI 27-10, 52-24, 74-42, 102-54

 

Inizia la seconda giornata del torneo al Palazzetto di San Concordio con la partita Lombardia - Liguria. Il primo quarto inizia con la supremazia della Lombardia che dimostra di avere una squadra ben organizzata con un gioco veloce e produttivo

Anche nel secondo quarto prosegue sul solco disegnato nel primo. Più costante la Lombardia che porta sempre a buon fine ogni giocata. La Liguria prova a correre, ritrovando a mostrare quanto di buono fatto nella prima giornata ma senza riuscirci. Alla fine il tabellone recita un 52-24 che lascia ben poco spazio ai commenti.

La Lombardia anche nel terzo e quarto periodo continua come un rullo compressore chiudendo la partita con il punteggio di 102 a 54

LAZIO 75 - 72 LIGURIA Parziali: 16-14/ 29-38/ 57-51/ 75-72

La partita comincia con uno scontro molto acceso da parte di entrambe le squadre che pur studiandosi attaccano subito alla grande. Il primo quarto infatti finisce su un punteggio di quasi parità: 16-14. Nel secondo quarto il Lazio risente della pressione a tutto campo della Liguria ed è costretto a tentare di recuperare. La formazione liguria, adotta la tecnica del "palla lunga e pedalare", sfrutta i suoi giocatori più piccoli, e quindi più veloci, mentre dall'altra parte il Lazio cerca di recuperare con tiro dalla lunga e media distanza che però non porta a dei risultati. L'orgoglio della Lazio si fa sentire e verso la fine del terzo quarto con un attacco serrato riesce a recuperare la disparità di punteggio e a portarsi sul risultato di 57-51. Nell'ultimo tempino i liguri appaiono stanchi, accusano fatica e si fanno sovrastare dai laziali con un distacco arrivato anche a 15 punti. A pochi minuti dalla fine la squadra ligure, con una reazione di orgoglio, tenta la rimonta e riesce a portarsi sul -2 con l'ultimo possesso a disposizione. Tiro da tre tentato ma fallito, punteggio fissato sul 75 - 72.

Emilia 72 vs Campania 75

Emilia Romagna: Abrescia 11, Cavallari 6, Giannini 11, Giorgi, Ligabue, Lonfernini 12, Bianchini, Porfilio 6, Rossi, Soviero 8, Zanetti 18

Campania: Bauduin 2, Bianco 27, Chirico 6, Coda 3, De Rosa 5, Esposito 7, Gervasio, Guariglia 1, Ianuale 9, Mastroianni 8, Paterno 4, Polverino 3

Parte forte la Campania e impaurisce gli emiliani che sono costretti al time-out dopo 3 minuti sotto 10-4. La sospensione da' gli effetti sperati ai ragazzi di Zanardi che riprendono in mano il gap e chiudono il primo quarto sul 23 pari. 23-23 Il secondo quarto vede partire subito forte l'Emilia che arriva a toccare il +8 di vantaggio. Gli avversari continuano a lottare mostrando di non darsi per vinti, ma il quarto si chiude 36-47 per l'Emilia Romagna. Dopo l'intervallo le squadre rientrano in campo battaglieri. La Campania dopo i primi 4 minuti recupera 8 punti avvicinandosi agli emiliani e alla fine del quinto minuto si portano sul pareggio. Ma l'Emilia reagisce e ritorna in vantaggio per 57-53 all'ottavo minuto. Il terzo quarto finisce 61-58 per l'Emilia Romagna. L'ultimo quarto vede un inizio in sostanziale equilibrio. Finale molto tirato, le due squadre si affrontano a viso aperto e con molta aggressività ma sprecano molto. A due minuti dalla fine il punteggio è 69-69. Un minuto alla fine 70-70. La Campania va sul +2, e 10 secondi alla fine l'Emilia fa 1 su 2 ai liberi e in contropiede gli avversari si portano sul +3. Ultimo possesso Emilia che spreca. Finisce 75-72 per la selezione Campania dopo un match tirato.

Sottocategorie

A breve i roster con le foto delle otto regioni che parteciperanno alla LudecCup 2014.