Porcari - 27 dicembre 2015


Oggi pomeriggio alle ore 15 presso l'auditorium di Porcari si è tenuta la presentazione ufficiale del squadre che parteciperanno all'edizione 2015 della
Ludeccup.


Alla presentazione erano presenti: il Presidente della Ludec asd Patrizia Fanucchi, il vice Sindaco del Comune di Porcari Leonardo Fornaciari, il Presidente della FIP TOSCANA Simone Cardullo, Presidente CIA Toscana Luigi Morante e Daniela Landucci in rappresentanza dell'azienda SeeLight.

"Questo torneo è dedicato a Luca, un ragazzo con un sorriso enorme e una passione immensa per la pallacanestro. E' un onore per noi essere riusciti ad arrivare ai risultati ottenuti finora, nel nostro cuore rimane la voglia di migliorarci e portare avanti ciò che Luca avrebbe voluto" dichiara la Presidente, visibilmente commossa.

Belle le parole spese anche dal vice Sindaco, Leonardo Fornaciari, che non si è limitato a portare i saluti dell'Amministrazione, ma si è prodigato a sottolineare l'importanza sociale che una manifestazione del genere ha per i giovani di oggi, in quanto porta avanti principi e valori sani per le generazioni future.

Cardullo, Presidente Fip Toscana, si è concentrato maggiormente sul valore tecnico che un torneo del genere ha per le selezioni, in quanto si pone perfettamente a metà del cammino che porta al trofeo delle Regioni.

Il Presidente (del Comitato Italiano Arbitri) Luigi Morante ha fatto invece l'in bocca al lupo agli 8 giovani arbitri che sono stati selezionati per arbitrare questo torneo.

Anche quest'anno, grazie alla collaborazione con Fip Toscana, si ripropone la formula delle selezioni regionali. Le squadre sono: Toscana, Liguria, Lazio, Umbria, Emilia Romagna, Marche, Lombardia e Friuli Venezia Giulia.

Lazio - Umbria 69 - 65

TABELLINI:

LAZIO: Alviti, Antoniani 2, Ballin 7, Bischetti 11, Ferrari 7, Fruscoloni 2, Gianni, Laffitte 10, Luzzi 15, Nizza 2, Okereke 8, Quarta 5.

UMBRIA: Cappelletti 13, Cenerini 8, Ciancabilla 8, Curti, Depretis 12, Fedeli, Ginepri 1, Giometti 10, Lucarini 2, Minieri 2, Rossi 2, Taccucci 7. 

19 - 20, 36 - 31, 53 - 49; 69 - 65
 
Partita al cardiopalmo al PalaCavanis, decisa soltanto alla fine, ma andiamo con ordine.
Pronti via e le squadre si attaccano, giocano duro e lottano su ogni pallone, intensità e grinta che saranno il leitmotiv di tutta la gara.
L’Umbria sopperisce alla grandezza dei laziali con palle rubate e buon gioco di palla. Il primo quarto finisce sostanzialmente in parità 19 a 20 per l’Umbria.
Secondo quarto sulla solita linea, ma alla fine è il Lazio che si porta avanti, fino al +5 prima dell’intervallo lungo. Al rientro il Lazio continua a cavalcare la mano calda di Luzzi, che chiuderà il match con il 50% da tre e oltre il 60% da due, mantenendo il vantaggio del 2 quarto con l’Umbria che affannosamente prova a recuperare. L’ultimo quarto dove tutto sembrava deciso, vede l’Umbria rientrare con la testa sul parquet e con un moto di orgoglio rifarsi sotto, difendendo ossessivamente il proprio ferro e rubando e disturbando ogni passaggio dei laziali. A 3 minuti dalla fine si tocca la parità a quota 61, con le due squadre che puntano la vittoria con tutte le loro forze. Da qua è un susseguirsi di emozioni, con continui cambi di possesso e ribaltamenti di fronte, alla fine vince il Lazio 69 a 65, ma non sicuramente per demerito dell’Umbria, che siamo sicuri ci continuerà a emozionare in questi giorni.
 
 

Lombardia - Friuli Venezia Giulia 115 - 42

TABELLINI:

LOMBARDIA: Pozzi 17, Lanzi 10, Braghini 12, Ziviani 8, Riboli 5, De Feo 8, Tourè 13, Merlo 16, Marazzi 2, Casati 15, Raimondi 2, Oberti 7 

FRIULI VENEZIA GIULIA: Bosa 11, Cogoi 13, Devetta 3, Bertuzzi, Marcassa 11, Erman, Zanelli 2, Bremec, Brancati 1, Del Col, Venturini 1, Pieri 

Parziali: 24-8; 44-11; 79-29; 115-42

Il primo quarto vede subito in attacco la squadra della Lombardia che con una serie di azioni vincenti si porta subito in netto vantaggio rispetto alla delegazione del Friuli. Non c'è partita già nel secondo quarto per i friulani - solo 3 punti in questa frazione - che tentano un timido e sfortunato attacco ad una squadra, la Lombardia, la quale, al contrario, non si arresta nella corsa verso la vittoria (+33). 

Terzo quarto con la squadra friulana che parte in attacco cercando di arginare lo strapotere della Lombardia, macinando gioco, ma non basta, alla fine il risultato è 79-29. I lombardi controllano senza problemi demotivando i ragazzi di coach Chierusin. Si chiude 115 - 42 per la Lombardia.