Toscana - Lazio 64-47

13 - 21 , 31-27, 54-42, 64-47

Primo quarto duro, spigoloso. Le due squadre si studiano consapevoli dell'importanza della partita per garantirsi l'accesso alla finalissima. Il mattatore di questo primo quarto è decisamente Saladini, il play della Toscana, infatti fa ciò che vuole e dispensa assistenze e furti come un giocatore più navigato della sua età! Alla fine però è il Lazio a portarsi sul + 8, merito di un gioco corale e di una bomba da casa sua del n. 7, Pallin. Nel secondo quarto parte veloce la rimonta dei toscani che riescono a limitare gli ospiti a 6 punti, e a presentarsi alla seconda parte di partita con un vantaggio di 4 lunghezze. Il secondo tempo vede l'affermazione della Toscana guidata dal suo numero 7, Saldini. Aumentano gli errori e diventano decisive le giocate a rimbalzo di Tintori e Susini che garantiscono secondi tiro ai "padroni di casa" che si presentano alla penultima sirena con una decina di punti di vantaggio.  Nell'ultimo quarto i laziali non riescono a trovare punti nel pitturato e i tanti errori dalla media distanza non permettono ai laziali di recuperare. La Toscana può gestire quindi gli  ultimi minuti di una partita maschia ma che ha visto delle giocate molto interessanti.

LIGURIA - UMBRIA 61 - 49

TABELLINI:

LIGURIA : Bisso 5, Bogliardi 24, Borselli 1, Callo 8, Chiavaccini 5, Crovo, Doccini , Fassio 2, Pené 10, Rocchi 6, Ungureanu 

UMBRIA : Curti , Minieri 4, Rossi 1, Cappelletti 13, Ginepri, Cenerini 4, Taccucci 12, Giometti 3, De Pretis 5, Lucarini, Fedeli, Ciancabilla 7

21-9, 33-24, 42-39, 61-49

Da il via alle sfide pomeridiane del PalaCavanis di Porcari la partita tra le selezioni di Liguria ed Umbria. Partono forte i liguri, rispondono bene gli umbri ma alla fine del primo tempino sono i ragazzi della Liguria a trovarsi sul +12. Secondo quarto che mostra uno scenario pressoché identico a quello visto finora: i liguri controllano e gli umbri sembrano poter far poco, anche perché si trovano davanti un Pené in grande forma (per lui saranno ben 5 le stoppate a fine partita).

Nel secondo tempo l'Umbria tenta la reazione affidandosi a Cappelletti e Taccucci, entrambi finiranno in doppia cifra, che riescono a portare la propria squadra fino al pareggio, 43 - 43 a 6:14 dal termine, ma la stanchezza comincia a farsi sentire e i liguri, dopo un periodo di appannamento, riallungano  e chiudono la partita sul 61-49.

 

LOMBARDIA - MARCHE 89 - 60 

LOMBARDIA: POZZI 10, LANZI 14, BRAGHINI 5, ZIVIANI 19, RIBOLI 2, DE FEO 4, TOURE' 9, MERLO 5, MARAZZI 2, CASATI 10, RAIMONDI, OBERTI 2.

MARCHE: PRIMITIVO, GULINI 2, CALBINI 8, MAOLONI 10, MUJAKOVIC 3, BENDIA 8, SAMPAOLESI 5, REGGIANI 8, PAGLIARO 4, BARZOTTI 4, MOLO 

29-18, 52-37, 74-38, 89-60

Seconda partita al PalaCavanis di Porcari dove si affrontano la delegazione regionale della Lombardia, reduce del trionfo spettacolare di ieri al PalaSuore contro il Friuli, e quella della Marche, vincitrice nello scontro con l'Emilia. Inizia con equilibrio, ma passati i primi minuti di gioco la squadra lombarda si scalda e fa capire subito di che pasta è fatta. Si chiude con 11 punti di differenza questo primo quarto. La squadra marchigiana reagisce e gioca bene, attacca e segna, ma la Lombardia non perdona nemmeno il più piccolo errore e allunga, seppur in maniera contenuta, la distanza sulla squadra avversaria. Terzo quarto che vede la Lombardia controllare senza troppi problemi, nonostante gli sforzi delle Marche.