Lazio 47 vs Lombardia 59
Lazio: Manzo 2, Nardi, Bagni, Becchetti, Minna, Corriere, Spagnolo 14, Greggi 5, Lesdi 6, Motta 6, Francioni 4, Mazzocchia, Sepe 6, Giacomi 4
Lombardia: Rodella 8, Invernizzi 3, Naoni 26, Gravaghi 6, Mazzocchi 2, Caccia 2, Boglio 8, Virginio, Bresolin 4, Casalini, Galli, Sacripanti

Parziali 15-12; 28-24; 39-41

La seconda partita di oggi vede affrontarsi la Lombardia (vincente nella partita di ieri) e l'esordiente Lazio. Le due squadre si danno subito battaglia, mettendo in campo, da ambo le parti, un gioco serrato di grande intensità, ma povero di punti. Con lo scorrere dei minuti le due compagini prendono sempre più confidenza l'una con l'altra, limitando le sbavature dell'avvio, soprattutto sotto canestro. Quando la palla decide di non entrare, peró, c'è poco da fare. La sostanza c'è ed è piuttosto equilibrata, sono i punti che mancano. A due minuti e poco più dalla fine, il punteggio è di 11 a 10 per i laziali, punteggio al di sotto della media delle partite fin ad ora disputate. Il primo quarto si conclude senza troppe sorprese. Il secondo quarto si apre con un parziale di 5 a 0 per i laziali, che vogliono un esordio vincente. A metà del quarto, la mancanza di centimetri dei ragazzi di coach Gilardi è perfettamente compensata dalla loro rapidità e dalla loro agilità che mettono seriamente in difficoltà i centimetri e la solidità della Lombardia, piuttosto imprecisa anche dalla linea di carità. Dopo uno 0/4 ai tiri liberi, coach Gilardi chiama time out che sembra scuotere efficacemente i suoi ragazzi che realizzano un parziale di 4 a 0. Immediata la risposta laziale, che dopo una stoppata ai limiti del possibile, piazza un canestro importante. Le due squadre vanno all'intervallo lungo con una differenza di soli 4 punti.

La Lombardia rientra in campo più grintosa che mai, decisa a vincere anche questa partita. Lo dimostra il parziale di 6 a 0 nel primo minuto di gioco che impartisce ai lombardi l'atteggiamento giusto per passare in vantaggio. La compagine laziale reagisce, affaticando la Lombardia (che trova il canestro con difficoltà se non al tiro libero, complice il bonus falli) che resta comunque in vantaggio. All'apertura dell'ultimo quarto, la tensione tra le delle due squadre si taglia col coltello. Entrambe sono concentratissime nel non concedere nulla, visto il poco distacco. Un solo punto realizzato in più di due minuti di gioco rappresenta al meglio il livello di attenzione delle squadre. La Lombardia alza la testa e piazza un parziale di 10 a 0, con due canestri in contropiede in una manciata di secondi. Le selezione lombarda vince anche la sua seconda partita per 59 punti a 47, trascinata da Naoni e dai sui 26 punti. Per il Lazio da segnalare la notevole prestazione di Spagnolo con 14 punti. Oggi pomeriggio altre due partite per determinare le finali di domani.